CHI SIAMO

Lo Sportello Antidiscriminazioni nasce dalla volontà del Comune di Brescia di contrastare ogni tipo di discriminazione. E’ previsto dalle “Linee Programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato 2018/2023”, che recitano testualmente:

“Il Comune si impegna a contrastare ogni tipo di discriminazione, sia essa di base etnica, religiosa o di genere e di orientamento sessuale. L’amministrazione comunale intende costruire una città che sia per tutte e tutti e si impegnerà ad analizzare e combattere gli stereotipi e i pregiudizi anche attraverso queste azioni:

  • costituire un osservatorio permanente antidiscriminazione
  • predisporre uno sportello a sostegno delle persone vittime di discriminazione
  • favorire il rispetto e contenere il disagio organizzando, anche in collaborazione con l’Università, altri enti di ricerca e la Rete Bibliotecaria Bresciana, momenti di riflessione e formazione sulle varie forme della discriminazione”

Il Comune di Brescia ha affidato il servizio ad ADL a Zavidovici.

Nei locali di Via Solferino n. 14, un’operatrice legale riceve, su appuntamento, cittadini e cittadine che intendono usufruire del servizi di accoglienza, orientamento, consulenza e raccolta di segnalazioni dei presunti casi di discriminazione e molestia, assicurando riservatezza e tutela della privacy.

ADL a Zavidovici svolge attività comunicative, informative e formative a supporto dello Sportello Antidiscriminazioni. Ha l’incarico di coinvolgere tutte le associazioni del territorio impegnate nel contrasto alle discriminazioni e di collaborare con il Comune per la costituzione di una Rete Antidiscriminazioni cittadina.