La proposta di una Rete Antidiscriminazioni

Avviata l’attività di Sportello, l’Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Brescia, Roberta Morelli, inviterà le Associazioni cittadine impegnate nel contrasto alle discriminazioni ad aderire alla Rete Antidiscriminazioni e a sottoscrivere un Protocollo d’intesa, per condividere le finalità di dello Sportello.

La Rete Antidiscriminazioni avrà il compito di sostenere e qualificare le attività dello Sportello e dei soggetti aderenti, sarà coordinata e presieduta dal Comune di Brescia, si impegnerà a costruire un percorso di collaborazione e promuoverà iniziative comuni.

Le finalità della Rete sono:

  • prevenire e contrastare razzismo, xenofobia, omofobia e ogni forma di molestia e discriminazione basate su genere, disabilità, nazionalità, religione, orientamento sessuale, identità di genere, età e ogni altro fattore
  • promuovere politiche volte a consolidare e rendere più efficaci la collaborazione tra enti, associazioni e servizi del territorio volti al contrasto delle discriminazioni
  • fornire assistenza e sostegno alle vittime della discriminazione;
  • realizzare azioni congiunte di comunicazione, sensibilizzazione e formazione per la prevenzione e il contrasto di stereotipi e pregiudizi con particolare riferimento ai giovani ed in collaborazione con le istituzioni scolastiche
  • incrementare la conoscenza e la capacità di risposta dei servizi a cui i cittadini e le cittadine possono rivolgersi per la tutela dei propri diritti;
  • raccogliere ed elaborare i dati relativi alle discriminazioni per migliorare la conoscenza del fenomeno a livello locale.

L’Associazione “Ambasciata della democrazia locale a Zavidovici”, in qualità di ente gestore del servizio di Sportello, darà supporto alle attività della Rete e degli enti aderenti.