30 LUGLIO – GIORNATA MONDIALE CONTRO LA TRATTA DI PERSONE

Immagine dei piedi di una persona in catene

Nel 2013, l’Assemblea Generale ONU, con la Risoluzione A/RES/68/192, ha proclamato il 30 luglio Giornata mondiale contro la tratta di persone, per  sensibilizzare la comunità internazionale sulla situazione delle vittime e promuovere la difesa dei loro diritti.

Ogni anno milioni di persone in tutto il mondo sono catturate dai trafficanti, private dei loro diritti fondamentali e schiavizzate. Conflitti, crisi umanitarie, condizioni climatiche avverse e fattori socio-economici come povertà, violenza, emarginazione, obbligano le persone ad abbandonare i loro luoghi di origine per sopravvivere.

Donne e bambini rappresentano il segmento della popolazione più esposto a pratiche di sfruttamento. In generale, la tratta di esseri umani è un crimine che sfrutta donne, bambini e uomini per numerosi scopi, come ad esempio il lavoro forzato e la prostituzione.

Ogni paese del mondo è interessato dalla tratta di esseri umani, come paese di origine, di transito o destinazione delle vittime. Il traffico di esseri umani chiama tutti i Governi all'azione. Risoluzioni, protocolli, convenzioni, piani di azione e accordi internazionali, fissano obiettivi globali per la prevenzione e la lotta alla tratta di persone e per offrire protezione alle vittime.

La lotta alla tratta di persone è imprescindibile per difendere i diritti umani e promuovere lo sviluppo e rafforzare la sicurezza globale.

In occasione della giornata del 30 luglio, Save the Children pubblica il Report annuale “Piccoli Schiavi Invisibili”, che riporta le ultime informazioni sul fenomeno della tratta e dello sfruttamento minorile sul territorio italiano.

"In questa Giornata mondiale contro la tratta di persone, riaffermiamo il nostro impegno per impedire ai criminali di sfruttare spietatamente le persone a scopo di lucro e di aiutare le vittime a ricostruire le loro vite". - Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres

 

Per approfondire vai al sito ONU Italia