21 MAGGIO – GIORNATA MONDIALE DELLA DIVERSITÀ CULTURALE PER IL DIALOGO E LO SVILUPPO

La diversità culturale stimola la creatività; investire in questa creatività può trasformare le società. È nostra responsabilità sviluppare l’istruzione e le competenze interculturali dei giovani per promuovere la diversità presente nel nostro mondo e imparare a convivere in pace, tra lingue, culture e religioni diverse e per portare avanti il cambiamento”.

Irina Bovoka, direttrice generale dell’UNESCO 2009-2017

La Giornata mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, fu istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2002 e si celebra il 21 maggio. L’obiettivo è accrescere la consapevolezza dell’importanza del dialogo fra diverse culture a livello globale.

La Giornata è l’occasione per celebrare i benefici della diversità culturale e i  patrimoni immateriali dell’umanità e per confermare l’impegno della comunità internazionale per il dialogo interculturale. Questo impegno è quanto mai gravoso negli ultimi tempi, a causa degli estremisti che rivolgono le loro azioni violente verso le minoranze culturali, linguistiche, religiose ed etniche, e indeboliscono i legami fra i popoli e la loro storia. Anche lo sviluppo urbano incontrollato tende a standardizzare le città, svuotandole dei loro elementi culturali distintivi.

Anche l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, vede nella cultura uno strumento di cambiamento e di sviluppo, e ritiene necessario il ricorso al potenziale creativo delle diverse culture umane, dando massima importanza al dialogo interculturale e assicurando che tutti i membri della società traggano beneficio dallo sviluppo.

Per maggiori informazioni sulla giornata, si rimanda alla pagina della Convenzione UNESCO per la protezione e promozione della diversità delle espressioni culturali, stipulata nel 2005.